di LOREDANA LIMONE

Da cosa è stato ispirato il delitto di Giulio Federici?

Si è trattato di un’idea nata nel procedere della stesura, in quanto il romanzo è nato come storia di amicizia. E’ difatti questo sentimento che emerge in ogni pagina prevaricando addirittura, a mio avviso, le vicende della trama…

Cosa ti ha sorpreso di più scrivendo questo romanzo?

Riuscire a cogliere, con palpitazione e meraviglia, la sensazione che il profumo del tiglio mi ha ispirato… Con le emozioni che ha suscitato, insieme alle fragranze che si trovano in molte pagine del libro, ha rinsaldato vecchi legami e ne ha creati di nuovi, dando inizio a una gara di solidarietà che porterà al trionfo delle emozioni…